ARK 36

DISMISURA

DICEMBRE 2020

Comitato Scientifico

Matteo Agnoletto, Gianenrico Bernasconi, Federico Bucci, Juan Calatrava, Andrea Canziani, Franco Farinelli, Imma Forino, Silvia Loddo, Renata Meazza, Carlo Nozza, Sara Protasoni, Massimiliano Savorra, Annalisa Viati Navone

Direttore

Davide Pagliarini

Comitato di Redazione

Francesca Acerboni, Michela Bassanelli, Giovanni Comoglio, Michela Facchinetti, Francesca Gotti, Jacopo Leveratto, Marco Mazzola, Maria Claudia Peretti, Giacomo Reguzzi, Elena Turetti

Acquista

Abstract

Quale misura cerchiamo per il presente che viviamo? Quante dimensioni riconosciamo nelle nostre vite? Come ne misuriamo le grandezze? Nel corso dei prossimi quattro numeri Ark andrà alla ricerca di un’ontologia, di una coordinata, di una misura, tema del piano editoriale 2020 – 2021. Una misura psichica, affettiva, che si confronti con la conservazione della biosfera. Volontà (Ark 37) e progetto (Ark 38) sono le traiettorie che determinano il nostro agire, definendone due orizzonti contrapposti: dismisura (Ark 36) e frugalità (Ark 39).

La misura come possibilità di coesistenza senza distruzione è minacciata dall’aggressività della contemporaneità. Tramontata l’idea di destino e di tempo lineare, svanite le concezioni dell’esistenza fondate sul riscatto, il traguardo, la crescita infinita, costitutive degli Stati moderni e delle misure che li hanno definiti, oggi prevale la ‘hybris’, mutante e informe realtà di confine dai limiti indefiniti. Sorgono paure nuove per l’indimostrabile e l’imprevedibile. In una realtà così tumultuosa, la misura deve ritrovare il significato che le appartiene, legato a un destino più ampio, ecocentrico, modificabile, socialmente equo, condiviso tra popoli e culture diverse. Il ‘territorio’, questione di ‘terrore’ diventa allora un ‘paesaggio’ vivente, da trasformare con sobria attenzione all’abitare, di cui l’architettura si fa custode, al fine di ritrovare la misura dei passi, delle ombre, di vibrazioni atmosferiche in equilibrio tra la quiete di cui abbiamo bisogno e l’irrompere del mondo. In architettura nessuna misura è capace di risuonare nella psiche senza immaginazione e senza atmosfera. Ed è qui che essa può ridiventare dismisura, riavvicinandoci al sentimento del grandioso nel quotidiano.

Sommario

Ai lettori / Dismisura

Testo di Davide Pagliarini

 

Editoriale / Dismisura e follia. Ovvero, del fascino proibito della grandezza

Testo di Massimiliano Savorra

 

Crossing / Come si misura il territorio?

Incontro con Antonio Longo e Antonella Bruzzese
A cura di Maria Claudia Peretti

 

900 Bergamo / Una “misura nuova”

Michele e Sergio Invernizzi, Edificio per abitazioni in via XX Settembre, Bergamo, 1960-62
Testo di Giovanni Comoglio
Fotografie a colori di Davide Pagliarini
Fotografie d’archivio e disegni Archivio Invernizzi

 

900 lombardo / Diritto al cielo

Luigi Mattioni, Eugenio Soncini, Ermenegildo Soncini, Grattacielo di Milano, Milano, 1950-55
Testo di Jacopo Leveratto
Fotografie a colori di Valentina Marcarini

 

Enciclopedia del saper fare / Ugo La Pietra: il Sistema Disequilibrante

Testo di Michela Bassanelli
Fotografie d’archivio e disegni Archivio Ugo La Pietra

 

Contemporaneo lombardo / Firmitas, Utilitas, Venustas

Onsitestudio (Giancarlo Floridi, Angelo Lunati), Pirelli Learning Center – “Cinturato Building”, Milano, 2020
Testo di Marco Mazzola
Fotografie di Hélène Binet e Filippo Romano

 

Atlante / Lasciare terra

Aeroporto di Orio al Serio
Testo di Elena Turetti
Illustrazioni di Giacomo Reguzzi

 

Incontri ravvicinati / La città discontinua

Vito Sonzogni, Residenza collettiva lotto 5, Via Martiri di Cefalonia, Bergamo, 1958 – 1962
Testo e fotografie a colori di Davide Pagliarini
Incontro con i testimoni a cura di Michela Facchinetti
Disegni Archivio Sonzogni

 

Land / Misura e dismisura del paesaggio

I ponti di Jürg Conzett, tra paesaggio e strutture
Testo di Francesca Acerboni e David Scott Silverberg
Fotografie e disegni Studio Conzett Bronzini Partner

 

Fotografia / Sull’altopiano di Goiás

Testo di Elena Turetti
Fotografie di Cyrille Weiner

 

La città rimossa / La città ecocentrica

Il disastro dell’ecosistema fluviale del Lambro
Testo di Francesca Gotti
Fotografie a colori di Giovanni Emilio Galanello

 

Wunderkammer

A cura di Michela Facchinetti

 

Lemmario

A cura di Elena Turetti