ARK 26

ECUMENE

Giugno 2018

Comitato Scientifico

Federico Bucci, Franco Farinelli, Imma Forino, Silvia Loddo, Renata Meazza, Massimiliano Savorra

Direttore

Davide Pagliarini

Comitato di Redazione

Francesca Acerboni, Gianluca Gelmini, Francesca Gotti, Michela Facchinetti, Marco Mazzola, Maria Claudia Peretti, Giulia Ricci, Elena Turetti

Acquista

Abstract

Dopo aver esplorato l’infanzia e le frontiere dell’adolescenza, Ark 26 rivolge il proprio sguardo alla vita adulta. Compito delle architetture pubblicate nelle pagine di questo numero è dunque quello di predisporre luoghi per l’esercizio della convivenza tra gli individui, che consentano alle differenze di palesarsi. Architetture come specchi del demos e del polemos, due dimensioni complementari che contraddistinguono tanto le relazioni sociali quanto la forma costruita delle città e dei paesaggi.

Nel numero Ecumene il tema dell’habitat, denominatore comune del progetto editoriale di Ark per l’anno 2017-2018, è perciò centrale. Se l’habitat si riferisce all’insieme dei fattori climatici, alle risorse alimentari e alla disponibilità di energia necessarie alla sopravvivenza di una popolazione in uno specifico ambiente, l’ecumene identifica la totalità delle terre emerse abitate dall’uomo. Ecumene, “la casa in cui abita l’uomo”, è un termine inclusivo che incorpora le diversità di ciascuna cultura in relazione al proprio specifico ambiente di vita entro una unica famiglia o compagine umana.

Habitat come habitus, abito, portamento, abitudine, ma anche insieme di comportamenti determinati dalle contingenze ambientali i cui condizionamenti risultano indispensabili nella misura in cui danno luogo a pratiche singolari e irripetibili. In questa prospettiva i termini habitat ed ecumene ci conducono verso opposte riflessioni, la prima rivolta all’indagine dei caratteri specifici, la seconda a riconoscerne le assonanze, fino a ricomprenderli in una teoria e in una pratica universale.

Sommario

Ai lettori / Ecumene

Testo di Davide Pagliarini

 

Editoriale / Il disordine degli altri

Testo di Renata Meazza

 

Crossing / Cittadino Versus Consumatore. Una conciliazione possibile?

Incontro con Francesca Forno, sociologa dei consumi e Cristina Grasseni, antropologa

A cura di Maria Claudia Peretti

 

900 Bergamo / Una misura per i nostri pensieri

Guido Maffezzoli e Giacomo Pellegrini, edificio per abitazioni a Bergamo, 1953

Testo di Michela Bassanelli

 

900 Lombardo / Il vascello fantasma. Storia e destino della Cartiera Burgo

Pier Luigi Nervi e Gino Covre, Mantova, 1961

Testo di Sergio Pace e Cinzia Gavello

 

Enciclopedia del saper fare / Colore e arte nell’architettura

Giulio Minoletti, edificio a ville sovrapposte nel giardino dell’Arcadia, Casa del Cedro, casa del fine settimana a Fiumelatte, Lecco, 1959-1960

Testo di Gianluca Gelmini

 

Contemporaneo lombardo / Abitare la condivisione

Massimo Curzi, Casa Girasole, Pairana di Landriano, Pavia, 2009; Giacomo Polin, complesso di tre edifici a destinazione residenziale e terziaria, Milano, 2013

Testo di Giulia Ricci

 

Atlante / In viaggio verso luoghi separati. I borghi abbandonati della Valle Brembana

Testo di Elena Turetti

 

Incontri ravvicinati / Architettura comune

Mario Asnago e Claudio Vender, Tenuta Castello, Torrevecchia Pia, Pavia, 1937

Testo di Davide Pagliarini e Michela Facchinetti

 

Land / Il filo che ricuce i luoghi. Dorsale cicloturistica VenTo, dalle Alpi al mare lungo il fiume Po

A cura di Francesca Acerboni

Testi di Paolo Pileri e Camilla Munno

 

Fotografia / Effige contadina. Ritratti di contadini di pianura. Francesco Neri

Testo di Elena Turetti

 

La città rimossa / Un’altra terra oltre la porta. Borgo San Leonardo a Bergamo

A cura di Francesca Gotti

Testi di Alfredo Alietti e Vincenzo Cesareo

 

Wunderkammer

A cura di Giulia Ricci

 

Lemmario

A cura di Elena Turetti