ARK 25

FRONTIERA

Marzo 2018

Comitato Scientifico

Federico Bucci, Franco Farinelli, Imma Forino, Silvia Loddo, Renata Meazza, Massimiliano Savorra

Direttore

Davide Pagliarini

Comitato di Redazione

Francesca Acerboni, Gianluca Gelmini, Francesca Gotti, Marco Mazzola, Maria Claudia Peretti, Giulia Ricci, Elena Turetti

Acquista

Abstract

Terra di mezzo, soglia, luogo della transizione e della trasformazione fisica e psichica, della tensione e della possibilità, l’adolescenza è età complessa e a volte sofferta. Il corpo è quello di un bambino e di un giovane adulto insieme. La psiche è imbrigliata tra queste due condizioni: da un lato affronta la perdita dell’infanzia e della sua libertà; dall’altro sperimenta l’ingresso, contrassegnato dalla negazione e dal rifiuto, nel mondo delle norme sociali che premono sulla libertà individuale. L’adolescente, senza esserne ancora consapevole, si trova ad essere “schiacciato tra una oggettività che lo opprime e una soggettività che lo esilia” (Jean-Luc Godard, 1967), e in ciò si dischiude una condizione esistenziale conflittuale che ha contrassegnato molte pagine della storia individuale e collettiva della modernità, non solo circoscritta ad un’età anagrafica, nelle società a capitalismo avanzato. I progetti individuati da Ark in questo numero dedicato al rapporto tra adolescenza e frontiera oscillano allora tra l’atto del contenere, del dar forma, del circoscrivere a quello opposto del distendere la mano allentando la presa, fino alla scomparsa dell’idea di ambiente confinato e alla sua mutazione in un intorno aperto, da esplorare e percorrere per conoscere se stessi. Ad essere raccontate in Ark sono architetture che sorgono sulle frontiere, che tracciano limiti, che desiderano oltrepassarli. I margini delle città, i confini tra il mondo civilizzato e quello selvatico e disabitato sono il terreno di prova dell’adolescenza, che qui cerca risposte e anela a misurarsi, mettendo in atto usi non servili, preludio a quella disobbedienza civile formulata da Henry David Thoreau.

Sommario

Ai lettori / Frontiera

Testo di Davide Pagliarini

 

Editoriale / Sproporzionata adolescenza

Testo di Anna Chiara Cimoli

 

Crossing / L’abitare per l’adolescenza in 5 parole

Incontro con l’architetto e docente Manuela Bandini e con gli studenti del Liceo Scientifico Statale “Filippo Lussana” di Bergamo

A cura di Maria Claudia Peretti

 

900 Bergamo / Gravissimum educationis e architettura

Ezio Agazzi, Enrico Sesti, Giorgio Sesti, Collegio S. Alessandro, Bergamo, 1968-1973

Testo di Stefano A. Poli

 

900 Lombardo / Rifugio Pirovano

Leonardo Fiori con Claudio Conte, Rifugio Pirovano, Passo dello Stelvio, Sondrio, 1964-1966

Testo di Francesca Acerboni

 

Enciclopedia del saper fare / Architetture sospese sul limite

A cura di Gianluca Gelmini

 

Contemporaneo lombardo / Avamposti del sé

Studio Marc, Club nautico Giulio Pagani, Torno, Como, 2004-2006; Studio Associates, Cappella del Silenzio, Botticino, Brescia, 2017

Testo di Giulia Ricci

 

Atlante / I ragazzi e la città. Spazio pubblico e partecipazione giovanile a Bergamo

Testo di Elena Turetti

 

Incontri ravvicinati / Casa del Quac

Guglielmo Mozzoni e Luigi Ghidini, Villa alla Zelata, Bereguardo, Pavia, 1960

Testo di Davide Pagliarini e Michela Facchinetti

 

Land / Il paesaggio ferito. Il genio militare durante la Grande Guerra

Testo di Massimiliano Savorra

 

Fotografia / Occhi che vedono. Conservatorio della fotografia

Testo di Elena Turetti

 

La città rimossa / Corpo, città, conflitto. Piazzale Guglielmo Marconi e Piazzale Alpini a Bergamo

Testo di Francesca Gotti

 

Wunderkammer

A cura di Giulia Ricci

 

Lemmario

A cura di Elena Turetti